Il 22 giugno 2017, alle ore 21:00, sarò ospite della Biblioteca Comunale “Virgilio Brocchi” di Castelleone (CR) per far conoscere meglio il mondo digitale con le sue enormi potenzialità, particolarità e rischi. Sì, la presentazione del thriller NEXT – Il prossimo passo è una scusa, in fondo…

Come aperitivo per la serata, o in generale per una gita fuori porta, vi segnalo alcune bellezze perse nella campagna circostante a cui sono particolarmente legato.

Santuario del Marzale

fonte: Wikipedia

Il santuario sorge su un terrazzo naturale del Fiume Serio, in una zona di alto interesse archeologico per la presenza di necropoli romane e longobarde. Il santuario venne fondato nell’XI secolo e qui si firmò la pace tra milanesi, lodigiani e cremaschi nel 1202.

L’edificio si presenta con un tetto a spiovente e un portico che lo circonda per due lati, nonché un alto campanile, utilizzato come torre di guardia.

Il portico è una piacevole area di sosta e riposo, al fresco degli alberi presenti. La cappella dei Morti del Marzale ricorda i caduti di una battaglia tra guelfi e ghibellini combattuta nei pressi nel 1403.

Sempre dal portico, parte la Scala Santa che consente di raggiungere il corso del fiume Serio.

Alla base sorge la Cappella dell’Apparizione dove, secondo la tradizione, apparve Maria a una fanciulla che pascolava le oche.

Qualche passo, e si raggiunge l’alveo del Serio.

Chiesa di S. Maria Bressanoro

Percorrendo un facile sentiero in zona Bressanoro, poco distante dal centro abitato di Castelleone, si raggiunge la Chiesa di Santa Maria Bressanoro in mezzo a un prato verde delimitato da piante di alto fusto.

Realizzata con una particolare configurazione planimetrica basata su una pianta a croce greca libera che anticipa le opere del Bramante, venne ricostruita nel 1461 per volontà di Bianca Maria Visconti per dare seguito a un voto e affidata all’ordine francescano. All’impianto venne aggiunto nei primi anni del XVI sec. un portichetto su colonnine in cotto, l’abside e il campanile con bifore archiacute.

Se all’esterno la costruzione appare massiccia, l’interno colpisce per l’imprevista ampiezza e la possibilità di cogliere tutti i dettagli dello spazioso vano centrale e della cupola abbellita dai ventinove affreschi sulla vita di Cristo.

I prati esterni sono il perfetto complemento alla chiesa, garantendo fresco nella calura estiva e spazio per riflettere, giocare, chiacchierare.

 

Alla sera, NEXT il prossimo passo vi aspetta alla Biblioteca Comunale “Virgilio Brocchi” di Castelleone, in via Roma 67. A valle della presentazione sarà possibile acquistare anche una copia cartacea del libro, con personale dedica del sottoscritto (ma attenti a lasciarmi “penna libera”).

Condividi