Recensione in un tweet: La nobile arte dell’insulto (L.Shiqiu)

Recensione in un tweet: La nobile arte dell’insulto (L.Shiqiu)

Descrizione:

«Quando si rivolgono critiche a qualcuno, bisogna farlo in una lingua infinitamente sottile il cui senso rimanga implicito. Conviene evitare che l’avversario si renda conto fin dalle prime parole che lo si sta criticando: è solo al termine di un certo tempo di riflessione, a poco a poco, che questi giunge a prendere consapevolezza che le parole rivoltegli erano tutt’altro che benevole. Lo si metta a suo agio, cosicché il suo viso dapprima sorridente, viri poi dal bianco al rosso, dal rosso al violaceo, infine dal violaceo al grigio plumbeo. Questo è il più alto grado nell’arte dell’insulto». Un trattatello che affonda le radici nella conoscenza disingannata della vita e nell’arte di stare al mondo di chi ne ha viste di tutti i colori. Per la prima volta in traduzione integrale in una lingua europea, questa piccola perla dal tagliente sarcasmo offre un generale aiuto a chi voglia trarre vantaggio in una disputa grazie alla tecnica dell’invettiva.

Le citazioni:

La regola è: insultando pubblicamente un individuo privo di un qualche valore o privo di reputazione lo si rende celebre e degno di un qualche credito.

Senz’ombra di dubbio, l’esperto nell’insulto possiede un contegno pacato e composto. Il modo di comportarsi di chi appare serenamente distaccato dalle circostanze. Per l’uomo ottuso, invece, ha ragione chi, anche se privo d’ogni contegno, sbraita più forte dell’altro; oppure reputa vincente chi svetta per sfrontatezza, insolenza e villanie di bassa lega. Questo è ciò di cui si capacita il privo d’ingegno.

Lo si metta a suo agio, cosicché il suo viso dapprima sorridente, viri poi dal bianco al rosso, dal rosso al violaceo, infine dal violaceo al grigio plumbeo. Questo è il più alto grado nell’arte dell’insulto.

Per insultare in modo incisivo è buona regola servirsi, all’interno delle nostre repliche, di pezzi d’affermazioni del nostro interlocutore. Appropriandosi delle sue stesse armi non solo si mette l’avversario in una posizione davvero scomoda, ma ci si rende in grado inoltre di mitigare notevolmente la portata di insulti che aveva precedentemente lanciato al nostro indirizzo.

La valutazione in un tweet:

Quando ci vuole, ci vuole. Nel caso, almeno con arte. Da leggere. - Recensione #libro La nobile arte dell'insulto (L.Shiqiu) Condividi il Tweet

I dati del libro:

Titolo: La nobile arte dell’insulto

Autore: Liang Shiqiu

Editore: Einaudi

Numero di pagine: 52

Anno di pubblicazione:

Traduttore: G.Magi

Genere: saggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.