Recensione in un tweet: SHI KONG: 时空 China Futures (AA.VV.)

Recensione in un tweet: SHI KONG: 时空 China Futures (AA.VV.)

Descrizione:

C’è chi dice che il futuro sia già cominciato ma corrisponda poco all’immagine che ne aveva dato la sf tradizionale. Ecco l’occasione di smentire quella facile sentenza: nella fantascienza cinese il futuro “si sente” e il punto di vista è quello di chi lo costruirà. Dopo L’onda misteriosa, con cui “Urania” – per la prima volta in Italia – aveva spalancato le porte su un genere affascinante, ecco i nuovi volti di un futuro epico e sempre ricco di sorprese. Racconti recenti e recentissimi che offrono un’indimenticabile panoramica dello Shi Kong, lo “spaziotempo”, visto dal pianeta più lontano che c’è.

Indice: Wenguang Zheng – La Terra allo specchio (Diqiu de jingxiang, 1980) Tao Jin – L’isola (Yuenguangdao, 1982) Yonglie Ye – Corrosione (Fushi, 1981) Song Han – Le tombe del cosmo (Yuzhou mubei, 1992) Wenyang Liu – Vita di un istante (Shanguang de shengming, 1994) Jinkang Wang – La melodia della vita (Shengming zhi ge, 1995) He Xing – Duello in rete (Jue dou zai wangluo, 1996) Cixin Liu – Pianeta errante (Liulang diqiu, 2000) Xi He – I sei sentieri (Liudao zhongsheng, 2006)

Le citazioni:

— Dicono che nelle tombe siano racchiusi i segreti dell’epoca passata.
— Che segreti?
— Segreti di vita e morte, dicono.
— Sciocchezze! Furono uomini come noi a costruire quelle tombe, e forse soltanto per ignoranza, innocente ignoranza.

Certo, nell’era delle grandi esplorazioni, dell’apertura verso lo spazio, le abitudini e le usanze dell’uomo cambiarono moltissimo; eppure quella dell’edificazione dei sepolcri fu forse l’unica tradizione a mantenersi.

Una volta accennai di quei suicidi a un collega più anziano.
— Taci. Erano delle brave persone. Un giorno capirai anche tu.
Dopo quelle parole si allontanò come uno spettro.

La professione dello scienziato era quella di un audace giocatore d’azzardo, ovvero di un uomo che brancola nel buio più completo seguendo solamente la propria intuizione, capace di spendere anche una vita intera su un unico problema. E se di diecimila strade ne viene percorsa anche una sola sbagliata, quella sola basta a far mancare per un soffio il successo, e a quel punto ci si trova già troppo vecchi per poter correggere l’errore.

Così almeno gli aveva detto… era un bel giorno d’autunno, e le foglie cadevano sparse fluttuando nell’aria: un bel giorno per andarsene. Una foglia gialla le si era impigliata al vestito viola, quasi una decorazione messa lì di proposito.

Non voglio che una ragazza così bella diventi un’idiota com’ero io.

Ma tutto ciò non è mai stato nelle nostre intenzioni originarie. Siamo come un asino legato alla macina di un mulino: continuiamo a girare in tondo senza fine al servizio dell’uomo, e anche se ci troviamo a inciampare sulle granaglie sotto i nostri piedi, siamo obbligati a trovare un modo per andare avanti senza fermarci.

La valutazione in un tweet:

La fantascienza è viva, anche oltre il mondo anglofono - Recensione #libro SHI KONG: 时空 China Futures (AA.VV.) Condividi il Tweet

I dati del libro:

Titolo: SHI KONG: 时空 China Futures
Autori: Liu Cixin, XI He, Wenguang Zheng, Tao Jin, Yonglie Ye, Song Han, Wenyang Liu, Wang Jinkang, He Xing
Editore: Urania Mondadori
Numero di pagine: 331
Anno di pubblicazione: 2010
Traduttore:  Lorenzo Andolfatto
Genere: racconti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.