2018 – un anno di letture

2018 – un anno di letture

È iniziato un nuovo anno, ma prima di tuffarci nel 2019 tiriamo un bilancio. Eccovi le letture che hanno accompagnato il mio 2018. Di alcune ho già pubblicato la recensione in un tweet; altre arriveranno a breve.

Giusto per la statistica, ho letto cinquantatre (53) libri quest’anno, per un totale di 14.441 pagine. Meglio dello scorso anno. Peggio del prossimo?

Il libro più corto: La nobile arte dell’insulto, di Liang Shiqiu (52 pagine)

Il libro più lungo: Il labirinto degli spiriti, di Carlos Ruiz Zafón, di 1.066 pagine.

Come da tradizione ormai consolidata, dal migliore al peggiore…

comprehension photo
Photo by P. Marioné

“Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l’occasione per comprendere.” Pablo Picasso

Pensieri lenti e veloci – Daniel Kahneman
Resto qui – Marco Balzano
Le assaggiatrici – Rosella Postorino

ignorance photo
Photo by djpoblete09

“Se la conoscenza può creare dei problemi, non è tramite l’ignoranza che possiamo risolverli.” Isaac Asimov

Il problema dei tre corpi – Liu Cixin
Addio all’estate – Ray Bradbury
Il peso della farfalla – Erri De Luca
Stranieri alle porte – Zygmunt Bauman
Il cuoco – Harry Kressing
Il giorno dei Trifidi – John Wyndham
Bull Mountain – Brian Panowich
La materia del cosmo – Liu Cixin
Delicati uccelli commestibili – Lauren Groff
Ubik – Philip K. Dick
Il ponte di San Luis Rey – Thornton Wilder
Il labirinto degli spiriti – Carlos Ruiz Zafón
Le nostre anime di notte – Kent Haruf
Le sirene di Titano – Kurt Vonnegut
Istruzioni per diventare fascisti – Michela Murgia
Bellissimo – Massimo Cuomo
La grande truffa – John Grisham
Orologi rossi – Leni Zumas
Dio la benedica, dott. Kevorkian – Kurt Vonnegut

Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya – Paolo Cognetti
In corsa con Hillary. Dieci anni, due campagne elettorali e il soffitto di cristallo ancora intatto – Amy Chozick
Cittadino della Galassia – Robert A. Heinlein
La fine dei vandalismi – Tom Drury
Memorie di un cuoco d’astronave – Massimo Mongai
La madre bugiarda – Colette McBeth

learning photo

“Non smettere di imparare: sia tua cura accrescere ciò che sai. Raramente la sapienza è data dalla vecchiaia.” Catone il Censore

Il sentiero – Peter May
Snow Crash – Neal Stephenson
Infomocracy. Un sistema perfetto – Malka Ann Older
American dust. Prima che il vento si porti via tutto – Richard Brautigan
Tre piani – Eshkol Nevo
A misura d’uomo – Roberto Camurri
The Game – Alessandro Baricco
La nobile arte dell’insulto – Liang Shiqiu
Le avventure di Numero Primo – Marco Paolini
La fattoria dei malfattori – Arto Paasilinna
La lezione del freddo – Roberto Casati
A bocce ferme – Marco Malvaldi
La morte della Pizia – Friedrich Dürrenmatt

silence photo

“Immagini il silenzio se tutti dicessero solo quello che sanno?” Karel Capek

“Stone Hunger” – N. K. Jemisin
L’amica sbagliata – Cass Green
L’uomo di Calcutta – Abir Mukherjee
The Store – James Patterson
Artemis: La prima città sulla luna – Andy Weir
Considera l’aragosta – David Foster Wallace
Harry Potter e la maledizione dell’erede – John Tiffany
Per quieto vivere – Massimiliano Smeriglio
Ranocchio salva Tokyo – Haruki Murakami
Atti osceni in luogo privato – Marco Missiroli

ugly photo

Ci sono casi in cui sarebbe stato meglio non tagliare l’albero.

02.02.2020. La notte che uscimmo dall’euro – Sergio Rizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.