Recensione in un tweet: Chiamami col tuo nome

Recensione in un tweet: Chiamami col tuo nome

Descrizione:

Chiamami col tuo nome, il nuovo film di Luca Guadagnino, è un racconto sensuale e trascendente sul primo amore, basato sul famoso romanzo di André Aciman. È l’estate del 1983 nel nord dell’Italia, ed Elio Perlman (Timothée Chalamet), un precoce diciassettenne americano, vive nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia (Esther Garrel). Un giorno, arriva Oliver (Armie Hammer) un affascinante studente americano di 24 anni, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato, Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un’estate che cambierà per sempre le loro vite.

Il poster:

Le citazioni:

Quando meno te lo aspetti la natura ha dei modi astuti per trovare il nostro punto debole. Ricorda solo: io sono qui. In questo momento potresti non voler sentire nulla. Forse non hai mai desiderato sentire niente. E forse non è a me che vorresti parlare di queste cose. Ma ovviamente qualcosa l’hai provato. Hai avuto una splendida amicizia. Forse più di un’amicizia. E io t’invidio. Al mio posto, molti genitori spererebbero che tutto questo scompaia, pregando che i loro figli si rimettano in piedi. Ma io non sono quel genere di genitore. Asportiamo così tanto di noi stessi per cercare di guarire prima, che quando poi arriviamo a trent’anni siamo già falliti, e ogni volta che ricominciamo con qualcun altro abbiamo sempre meno da offrirgli. Ma costringersi a non provare niente per non provare niente, che spreco! Ne ho parlato abbastanza? Allora dirò solo un’altra cosa per schiarirti le idee. Io non ho mai avuto ciò che avete avuto voi. Ci sono andato molto vicino ma c’era sempre qualcosa che mi bloccava. Come vivi la tua vita sono affari tuoi. Solo ricorda, i nostri cuori e i nostri corpi ci vengono donati una volta sola. E prima che tu te ne renda conto, il cuore si logora, e quanto al tuo corpo, a un certo punto arriva il momento in cui nessuno lo guarderà, né tanto meno vorrà avvicinarvisi. Adesso c’è il dispiacere. Il dolore. Non ucciderlo, perché assieme ad esso se ne andrebbe pure la gioia che hai vissuto.

Qui si aspetta che finisca l’estate, poi si aspetta che torni l’estate.

– Di queste cose non dobbiamo parlare.
– Forse non dovevo dirti niente. Allora parliamo per finta?

– Nella foto non sembravi così alto!
– Nella foto non ci sto tutto, ecco perché.

Il trailer:

La valutazione in un tweet:

Il monologo del padre da solo vale l'Oscar. Ogni luogo scelto si innesta a meraviglia nel racconto, spostato dalla Liguria alla pianura. Timothée Chalamet ha un grande futuro - Recensione #film Chiamami col tuo nome Condividi il Tweet

La scheda IMDB:

Call Me by Your Name (2017)
Call Me by Your Name poster Rating: 7.9/10 (237,235 votes)
Director: Luca Guadagnino
Writer: James Ivory, André Aciman
Stars: Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg
Runtime: 132 min
Rated: R
Genre: Drama, Romance
Released: 19 Jan 2018
Plot: CALL ME BY YOUR NAME, the new film by Luca Guadagnino, is a sensual and transcendent tale of first love, based on the acclaimed novel by André Aciman. It's the summer of 1983 in the north of Italy, and Elio Perlman (Timothée Chalamet), a precocious 17-year-old young man, spends his days in his family's 17th-century villa transcribing and playing classical music, reading, and flirting with his friend Marzia (Esther Garrel). Elio enjoys a close relationship with his father (Michael Stuhlbarg), an eminent professor specializing in Greco-Roman culture, and his mother Annella (Amira Casar), a translator, who favor him with the fruits of high culture in a setting that overflows with natural delights. While Elio's sophistication and intellectual gifts suggest he is already a fully-fledged adult, there is much that yet remains innocent and unformed about him, particularly about matters of the heart. One day, Oliver (Armie Hammer), a 24-year-old American college graduate student working on his doctorate, arrives as the annual summer intern tasked with helping Elio's father. Amid the sun-drenched splendor of the setting, Elio and Oliver discover the heady beauty of awakening desire over the course of a summer that will alter their lives forever.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.