Recensione in un tweet: Per quieto vivere (M.Smeriglio)

Recensione in un tweet: Per quieto vivere (M.Smeriglio)

Descrizione:

Dopo Suk ovest, che si inseriva perfettamente nel solco di Romanzo criminale, l’autore torna a raccontare una città che conosce fin troppo bene nelle sue pieghe più profonde. Un romanzo che, intrecciando presente e passato, indaga le ragioni profonde dell’individualismo contemporaneo con una storia fatta di personaggi tormentati in cui tutti sono soli e nessuno è in pace. 4 giugno 1944. Una donna si getta dal decimo piano di un caseggiato popolare. È la portiera del palazzo che, fedele al regime fascista, con le sue denunce ha provocato la condanna a morte di alcuni giovani partigiani. Settant’anni dopo, il nipote della donna, un uomo superficiale e indolente che ha ereditato il ruolo di portiere nel medesimo stabile, è all’ossessiva ricerca dei parenti di coloro che considera i responsabili del suicidio. Sotto al suo sguardo morboso, si dipanano le vite dei condomini: un giornalista colpito da una malattia degenerativa e suo figlio; un’anziana donna, considerata matta, che cela nella sua follia un terribile passato; un uomo che è al contempo spacciatore spregiudicato e padre premuroso; una bambina enigmatica e solitaria; un uomo indifferente all’imminente morte del genitore. Il portiere osserva e si nutre dei tormenti di questa umanità disgregata, troppo spesso incapace di compassione, e quello che prova non è che sprezzante distacco: nel suo cuore, arido, c’è posto solo per il rancore.

Le citazioni:

In una parola la materia più inutile del mondo, aggiustaggio! E andavo pure male.

L’ho fatto per fare contenta la famiglia. L’ho fatto per quieto vivere.

’I nuvole ’i ’ccocchie ’u vinte, i fesse ci ’accocchiene da sule, pensava. Le nuvole le unisce il vento, gli stupidi si uniscono da sé.

Chissà perché la vecchiaia sembra avere fastidio del sole e dell’aria fresca. Come se fosse troppo leggera per il vento, come se ne avesse paura.

Abbiamo applicato alla lettera l’andazzo del tempo presente: la vita come un susseguirsi di occasioni interinali, a progetto, tutt’al più a tempo determinato.

La valutazione in un tweet:

Affilato. Alla fine, non si riesce a parteggiare per nessuno - Recensione #libro Per quieto vivere (M.Smeriglio) Condividi il Tweet

I dati del libro:

Titolo: Per quieto vivere

Autore: Massimiliano Smeriglio

Editore: Fazi Editore

Numero di pagine: 221

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: romanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.