È indegno che uomini di valore debbano perdere ore nella schiavitù di calcoli

È indegno che uomini di valore debbano perdere ore nella schiavitù di calcoli

È indegno che uomini di valore debbano perdere ore nella schiavitù di calcoli che potrebbero essere eseguiti meccanicamente da chiunque altro.»
“It is unworthy of excellent men to lose hours like slaves in the labour of calculation which could safely be relegated to anyone else if machines were used. — (Describing, in 1685, the value to astronomers of the hand-cranked calculating machine he had invented in 1673.)”

Gottfried Wilhelm Leibniz

One Reply to “È indegno che uomini di valore debbano perdere ore nella schiavitù di calcoli”

  1. Citazione intrisa di classismo: gli uomini superiori dedicati al pensiero astratto, i “vili meccanici” relegati al noioso calcolo ripetitivo. Anche il antipatico snobismo ci può sorprendere per aver contribuito alla nostra era attuale.
    Mi viene il dubbio: quando le AI avranno raggiunto lo status sociale adatto, faranno eseguire a noi i calcoli così da non essere distratte dalle loro elevate elucubrazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *