La colonna sonora di NEXT – Il prossimo passo

La colonna sonora di NEXT – Il prossimo passo

Finito il BlogTour (complimenti al vincitore), vi ripropongo la colonna sonora selezionata per i libro presentata in anteprima su Il colore dei Libri.

Che ne dite?

 

Profondo Rosso – Goblin

La suspense!

Certe Notti – Ligabue

Perché… ci vediamo da Mario prima o poi.

Seven Nation Army – White Stripes

Lonely Boy – The Black Key

L’essenzialità che diventa virale. Due canzoni che tratteggiano la Silicon Valley.

Society – Eddie Wedder

Sfuggire da questo mondo può sembrare una soluzione. Ma non lo è.

 

Paradise City – Guns N’ Roses

L’energia e l’illusione della California. Dagli aranceti di Furore ai fuochi vacui di Burning Man.

 

Fiume Sand Creek – De Andrè-Bubbola

Perché… si sono presi il nostro cuore sotto una coperta scura.

Aria sulla quarta corda – Bach

Momenti di Gloria – Vangelis

La perfetta colonna sonora per l’annuncio di NEXT.

Rock the casbah – Clash

– Buongiorno, Arabia Saudita! Questa è Desert Shield NetWork FM 107. E questa è ”Rock The Casbah”.

Joe Strummer, leader dei Clash, pianse quando vide al telegiornale la scritta ”Rock The Casbah” sopra una bomba americana che stava per essere sganciata in lraq.

Film consigliato: Il futuro non è scritto – Joe Strummer (2007)

Il fiume e la nebbia – Daniele Sivestri – cantata da Fiorella Mannoia

Perchè.. chi vive accanto a un fiume, anche se è grande come qui, vede benissimo il confine e non può credere ai miracoli.

Rock di Capitan Unico – Edoardo Bennato

Da NEXT – Il prossimo passo:

«Chi si arruolerà, un bel tatuaggio avrà, ma da quel trampolino, io chi non vuol firmare, lo sbatto già nel mare.» Bennato, impegnato nella preparazione di un concerto, si fermò con la frase chiave per una nuova canzone in mente.

“Non c’è mai un coccodrillo quando serve.”

The letter –Joe Cocker

Da NEXT – Il prossimo passo:

Lo smartphone si illuminò e la voce di Joe Cocker, presa da una rara versione live di The Letter, gli ricordò che aveva degli impegni e che non aveva tempo da perdere. Sparecchiò rapido mentre controllava che l’ufficio fosse in ordine e che nulla fosse fuori posto. Uscì imitando il rocker britannico. La canzone si adattava perfettamente al suo umore.

Give me a ticket for an aeroplane, I ain’t got time to take no fast train…

All along the watchtower – Bob Dylan (Bear McCreary dalla serie TV Battlestar Galactica)

Bear McCreary, smonta e riassembla il capolavoro di Bob Dylan reso celebre da Jimi Hendrix, e la rende funzionale alla trama di Battlestar Galactica, serie culto per gli amanti della fantascienza moderna. Come in tutta la colonna sonora della guerra tra cyloni e umani, le percussioni pulsano in primo piano, forti e decise, mentre archi e pianoforte sottolineano le emozioni.

While my guitar gently weeps – George Harrison – cantata da tanti amici al Concert For George

Hai scritto una canzone che ritieni meriti maggiore rispetto dal gruppo in cui suoni da anni. Peccato che la band si stia sfaldando. Allora chiami un amico e ne fai un capolavoro.

«Conosci While my guitar gently weeps, nella versione originale dei Beatles? Ecco, questa è la chitarra suonata da Eric Clapton.»

Ho sognato una strada – Ivano Fossati

Perché… Se i grandi ottusi della Terra ci trascinano a fondo sarà che giorno dopo giorno avrò sognato troppo a lungo. E allora… mi sono fatto una strada e ho costruito un ponte, e vi dico che aspetto l’angelo dall’orizzonte. Io sì.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.