Come ottenere il massimo da Calibre tramite i plugin

Come ottenere il massimo da Calibre tramite i plugin

Vi ho già parlato più volte di Calibre e mostrato come, tramite funzionalità di base semplici e immediate, sia possibile gestire una propria biblioteca.

La comunità che si è creata intorno a questo progetto apprezza la grande “apertura” del programma. Il codice originale è visibile a tutti, e quindi migliorabile da chiunque. Non abbiamo davanti un monolite, ma un software progettato fin dall’inizio per essere modulare e suscettibile di espansioni.

Per vedere le estensioni (plugin) che già avete attive con la semplice installazione di base, schiacciate il pulsante “Preferenze” e selezionate l’opzione “Plugin”.

preferenze calibre

plugin calibreCome potete notare, i plugin sono divisi per funzione, cosa che permette di mantenere ordinata la gestione di Calibre:

lista plugin baseSe aprite la lista “plugin Input di conversione” potete scoprire tutti i formati gestiti dalla vostra installazione. Se un formato non è elencato, non riuscirete né a leggerlo né a convertirlo. Per fortuna, la grande flessibilità di cui parlavamo all’inizio ha consentito (e consente) a Calibre di essere sempre aggiornato e di adeguarsi via via a nuovi dispositivi e formati.

Di fianco a ogni plugin trovate il nome dello sviluppatore e un breve riassunto della funzione.

docx pluginCome potete notare, molti plugin di base sono sviluppati e gestiti dal creatore del programma.

Potete inoltre verificare la presenza di aggiornamenti, ma non serve che li teniate d’occhio: Calibre li controlla in automatico e, in caso, ve li propone.

azioni pluginUn primo consiglio: espandete il pannello “Plugin Sorgente di Metadati” e abilitate la ricerca di copertine via Google Image, usando il pulsante “Attiva/Disabilita il Plugin”.

attiva google imagesPrima di uscire dal pannello, ricordatevi di applicare le modifiche con l’apposito tasto.

La funzione più utile, però, è “Ottieni nuovi plugin”, che consente di aggiungere nuovi moduli. In generale, usate questa procedura per estendere il vostro Calibre. Dato che la sicurezza viene prima di tutto, evitate (se possibile) di installare plugin direttamente da file scaricati da Internet.

Per esempio, vi interessa aNobii e volete aggiungerlo come fonte di metadati? Bene: selezionate il pulsante “Ottieni nuovi plugin”.

nuovi pluginIl pannello vi mostra i plugin non installati (ma potete cambiare il filtro e mostrarli tutti).

Selezionate “ANOBII” e premete il tasto “Installa”.

aNobii pluginL’operazione sarà completata al riavvio di Calibre. Se volete attivare ulteriori plugin, vi consiglio di riavviare il programma una volta completate tutte le installazioni.

Di seguito trovate i plugin addizionali attivi sulla mia piattaforma. La maggior parte va a migliorare l’interfaccia utente, consentendomi di stimare il numero di pagine di un libro, trovare duplicati, migliorare le copertine. Ovviamente, sono presenti i plugin per le sorgenti di metadati italiane (aNobii e Mondadori).

lista plugin personalizzataRicordatevi di riavviare Calibre alla fine delle installazioni, e buona lettura a tutti 😆


Il non manuale di Calibre (e due parole sugli ebook)

Gli articoli in cui racconto come lo uso, lo personalizzo e ci gioco, sono stabilmente tra i più letti e ricercati. Non essendo un mostro di SEO, tema che tralascio fin troppo, non posso dire che è frutto di alchimie social.

Magari, invece, tali consigli evidenziano la necessità di capire meglio Calibre, per cui un testo può trovare un suo spazio e avere un senso.

Eccovi quindi tutti gli articoli raccolti in un ebook che, prometto, terrò aggiornato con i nuovi post sul tema (rimanete iscritti alla newsletter, quindi).

Il non manuale di Calibre (e due parole sugli ebook)

13 Replies to “Come ottenere il massimo da Calibre tramite i plugin”

  1. Ciao, mi puoi consigliare dei plugin per la ricerca di ebook italiani, oltre a quelli già indicati?
    grazie 🙂

    1. Ciao Gianbattista, ANOBII e INMONDADORI sono gli unici plugin ufficiali con forte connotazione italiana. Dalla pagina “Otiieni un nuovo plugin” trovi tutti queli disponibili. Date le recenti vicissitudini di ANOBII, ti consiglio anche il plugin di Goodreads. Se ha un po’ di Urania, c’è anche un’estensione che cerca i dati in MondoUrania. Per il resto, tra Google e Amazon, dovresti avere poche ricerche di metadati che falliscono.
      In quei casi, il consiglio è di compilare i metadati a mano.

    2. Buongiorno Ferruccio, ho letto il tuo libro e mi è piaciuto davvero tantissimo. Divorato!!!
      complimenti ai pelapatate!!!

    3. Grazie Giambattista, l’associazione nazionale pelapatate ti ringrazia di cuore!
      Se ti va, puoi lasciare una recensione anche sul sito da cui hai acquistato NEXT? Sai, il passaparola e le recensioni reali sono il miglior veicolo per i “piccolini” 😉
      Un buon agosto e tutto quanto!
      Ferruccio

  2. Se leggo un testo in lingua straniera e voglio scrivere accanto a qualche termine che non conosco la traduzione italiana, riesco a farlo agevolmente su Kindle, ma su Calibre non mi riesce: è possibile?

    1. Si, è normale. Sul Kindle, il software espande quanto contenuto nel libro fornendo anche traduzioni, ricerche su wikipedia e altre funzioni che Amazon ha reputato interessante. Il lettore di Calibre è un semplice lettore, a disposizione per verificare *al volo* la qualità di un testo. Per la lettura, sicuramente meglio un ebook reader.

    2. volevo dire: è possibile su calibre fare una nota accanto alla parola sconosciuta mettendoci la spiegazione o la traduzione cercata sul dizionario, in modo che se rileggo quel testo non debba andare ancora a cercarla?

    3. Volevo dire: è possibile con Calibre mettere una nota accanto a una parola sconosciuta nel testo che si sta leggendo, con la spiegazione o la traduzione della stessa (traduzione cercata sul dizionario), in modo da poterla richiamare se rileggo quel testo?

  3. Chiedevo se è possibile fare la stessa cosa su Calibre, cioè fare una nota accanto alla parola sconosciuta, in un testo straniero, per esempio. Ho letto che esiste un plugin per questo, ma non mi ci raccapezzo. Ciao.

    1. Provo a risponderti meglio, e vedere se ho capito bene.
      Sul kindle, quando evidenzi un parola, il lettore ti propone traduzione, la voce di Wikipedia, il dizionario… tutte funzioni che *non* sono nel testo. Queste non sono convertibili da Calibre.
      Un caso diverso sono invece le note (a piè di pagina, ad esempio). Queste sono nell’ebook. Se sul Kindle schiaccia il numero della nota, il lettore ti fa vedere il contenuto (o salta nelle vecchie versioni) e ti permette di proseguire la lettura in modo agile. Queste informazioni sono nel libro e quindi convertibili da Calibre.
      Ultimo caso, mentre leggi puoi inserire delle annotazioni, evidenziando il testo e scrivendo il tuo commento. Quanto annoti non viene salvato nel libro e non sono quindi convertibili (dal libro). Sono però salvate in due file sul lettore e si possono recuperare. Il modo più semplice è copiando dal kindle il file MyClippings.txt presente nella directory Documents. Tramite Calibre, invece, è possibile importare le annotazioni fatte sul kindle e associarle al libro in questione tramite il plugin Annotations (https://www.mobileread.com/forums/showthread.php?t=241206).

      Calibre è in primis un convertitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.