Recensione in un tweet: Il castello di vetro (Jeanette Walls)

Recensione in un tweet: Il castello di vetro (Jeanette Walls)

Descrizione:

Il padre di Jeannette, autodidatta “inventore”, è eternamente alle prese con un apparecchio per trovare l’oro che li renderà tanto ricchi da poter costruire un castello di vetro in mezzo al deserto, ma intanto spende tutto tra poker e whisky; anche la madre, artista e insegnante, ama la vita incerta,senza vincoli e senza legami. I due si occupano dell’educazione dei figli, con lezioni che spaziano dalla geologia alla letteratura, e soprattutto insegnano loro a non avere paura della vita, a badare a se stessi, procurarsi di che mangiare… Finché, a diciassette anni, Jeannette e la sorella lasciano la famiglia per New York. Romanzo autobiografico scritto da una brillante giornalista americana.

La citazione:

Me ne stavo seduta in un taxi a domandarmi se il mio abito non fosse troppo elegante per la serata, quando guardai fuori dal finestrino e vidi Mamma che frugava in un cassonetto.

La valutazione in un tweet:

Incipit spiazzante. Tra ordine e turbolenza, una storia vera. Da leggere - Recensione del #libro Il castello di vetro (J.Walls) Condividi il Tweet

Il castello di vetro - Jeanette WallsI dati del libro:

Titolo: Il castello di vetro

Autrice: Jeanette Walls

Editore: Rizzoli

Numero di pagine: 387

Anno di pubblicazione: 2005

Traduttore: Irene Annoni

Genere: biografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.